Sartori Ambiente

In Sartori Ambiente sviluppiamo prodotti e soluzioni tecnologiche per l'ambiente. Realizziamo sistemi efficienti di raccolta differenziata e contenitori in grado di coniugare buone capacità di carico, facilità di svuotamento, ridotto ingombro e un design gradevole. 

La parte più rilevante del nostro lavoro è la ricerca. Ci dedichiamo sia a quella tecnologica sia a quella dedicata ciò che la precede e la giustifica. Per questo in Sartori Ambiente ci occupiamo di Soluzioni per l’Ecologia.

Anno fondazione
1996
Installazioni al mese
300
Paesi in cui lavoriamo
45

Nasciamo nel 1996 per occuparci di ambiente. La costante attività di ricerca ci ha fatto agire in anticipo rispetto alle decisioni normative e alle problematiche del settore. Con questo approccio innovativo e attento a gestire in modo sistemico il tema dei rifiuti, siamo stati capaci di rispondere a esigenze e urgenze di settori e paesi diversi, nazionali, europei e internazionali.

Altares nasce nel 2009 dall’unione di due realtà, una esperta in soluzioni per la raccolta dei rifiuti e l’altra nella realizzazione di progetti informatici.

La raccolta differenziata dei rifiuti impone particolari attenzioni per i dettagli operativi e per l’esame dei dati individuati durante l’attività sul territorio.

Lavoriamo seguendo due obiettivi principali: affiancare i nostri clienti suggerendo le giuste soluzioni tecnologiche per la loro specifica situazione, diffondere soluzioni per la raccolta differenziata e per la realizzazione di progetti informatici di supporto, che migliorino la qualità dell’ambiente.

Proponiamo soluzioni hardware e software che semplificano e automatizzano l’afflusso e l’analisi dei dati sulla raccolta dei rifiuti, con notevoli vantaggi sia dal punto di vista operativo sia economico.

Il successo delle azioni di raccolta differenziata necessita di particolari attenzioni: per i dettagli operativi e per l’esame dei dati individuati durante l’attività quotidiana sul territorio.

Per questo servono soluzioni e prodotti studiati su ogni singolo caso.

 

Affiliazioni

La nostra storia

1957
Fondazione Sartori Autotrasporti
1996
Nasce Sartori Ambiente
2002
Urba: la gamma dedicata alla raccolta domiciliare
2003
Stelo: il primo sistema aerato per la raccolta dell’organico
2007
Certificazione Plastica Seconda Vita
2007
Realizzazione dei sistemi di lettura RFID UHF
2009
Nasce Altares
2011
Urba Plus: il primo contenitore impilabile
2012
Introduzione delle indicazioni in Braille
2013
Partnership Geociclos Ltda Soluciones Ambientales
2014
Nuove soluzioni tecnologiche per la raccolta in tariffa puntuale
2016
UrbaOIL: la racolta dell’olio vegetale si fa smart
2018
Certificazione Common Criteria ISO/IEC 15408 per il sistema Arco40EVO
2019
Certificazione EMAS
2020
Protect: il primo contenitore antimicrobico
2021
CompostUP

Manifesto etico

Abbiamo una storia fondata su valori, scelte e azioni coerenti.
A guidarci, da sempre, una serie di principi etici con cui orientiamo la quotidianità, i progetti e i rapporti professionali.
Li abbiamo raccolti nel nostro Manifesto, che conferma chi siamo e come viviamo il nostro lavoro.

Salvaguardare l’ambiente è il nostro compito principale

Lasciare un mondo pulito è il desiderio che motiva tutte le nostre azioni

Offrire soluzioni specifiche, perché tutti possano contribuire alla cura dell’ambiente, è il nostro contributo

Condividere i nostri principi e obiettivi con collaboratori e clienti è uno dei modi con cui desideriamo generare una cultura ambientale

Fare ricerca e Innovare sono le due azioni con cui sviluppiamo soluzioni sempre più adatte alle caratteristiche di ogni luogo e situazione

Fare rete e attivare una corretta informazione sono momenti necessari per  sviluppare un pensiero virtuoso globale

Promuovere azioni solidali, inclusive e di equità generazionale è la nostra ricchezza. Il confronto di genere, religione, etnia e cultura porta a uno scambio personale e professionale e a una crescita valoriale che inseguiamo sempre

Promuovere la sostenibilità sociale, curare il benessere dei lavoratori e di chi utilizzerà i nostri dispositivi, ci aiuta a progettare con uno sguardo rivolto alla dimensione umana delle procedure